Go to Top

Tutorial SurfaceSPREAD

Tutorial SurfaceSPREAD

In questo Tutorial SurfaceSPREAD, analizzeremo un argomento di fondamentale importanza ai fini della resa del nostro progetto grafico: la gestione di grandi quantità di cloni da distribuire sulle superfici.

tutorial-surfacespreadLa resa di una scena tridimensionale passa anche e soprattutto attraverso l’arricchimento della stessa, mediante l’inserimento e la corretta disposizione di alberature, piante, arbusti e di tutto quello che è riconducibile alla “componente naturale” dello scenario in cui si interviene. Essere in possesso di modelli 3d dettagliati e ben fatti, permette di raggiungere risultati più che soddisfacenti e consente di accrescere notevolmente, in termini grafici, la qualità del lavoro prodotto.

L’esigenza che si riscontra costantemente è quella di procedere in maniera rapida verso le fasi finali del lavoro mediante un rapido inserimento di tutto quello che è riconducibile alla vegetazione che, come già detto, rappresenta un “ingrediente” fondamentale del progetto. Oltre alla qualità dei modelli tridimensionali è fondamentale distribuire gli oggetti (zolle d’erba, piante, cespugli, arbusti ed alberi) in maniera casuale, evitando fastidiosi effetti di “ripetizione” che farebbero perdere credibilità alle immagini prodotte.

In questo Tutorial SurfaceSPREAD vedremo come affrontare l’argomento in questione servendoci di un potentissimo Plugin prodotto dall’Azienda tedesca Laubwerk, operante nel settore della Computer Grafica dal 2010. Il plugin utilizzato è appunto SurfaceSPREAD, scaricabile in demo o acquistabile direttamente sul sito dell’Azienda di che trattasi.

Lo scenario che abbiamo utilizzato è quello riconducibile all’immagine in alto, un’abitazione unifamiliare immersa in un contesto naturale caratterizzato dalla presenza di un piccolo promontorio su cui abbiamo inserito innumerevoli alberature (cloni). Vediamo i “passaggi chiave” per arrivare al risultato vedendo una parte delle infinite potenzialità del Plugin in questione.

Il modello tridimensionale di base è stato creato con il software McNeel Rhinoceros ed importato nel formato mesh all’interno della piattaforma Cinema4D. Il motore di rendering con cui si è proceduto al calcolo dell’immagine è VrayforC4D, versione 3.6.

tutorialsurfacespread_01Dopo aver attivato il plugin SurfaceSPREAD cliccando sulla voce dedicata del menù di Cinema4D, comparirà all’interno del gestore oggetti una componente specifica al cui interno troveremo (Gestore Attributi) tutti i settaggi che ci consentiranno di effettuare il lavoro in maniera agevole.

tutorialsurfacespread_02Procediamo con la selezione del terreno che intendiamo “popolare” con alberature 3d! La mesh deve essere inserita nella voce Object evidenziata nell’immagine sottostante.

tutorialsurfacespread_03Per poter visualizzare le prime distribuzioni sulla superficie scelta, è indispensabile trascinare il modello o i modelli tridimensionali delle alberature che intendiamo distribuire all’interno della componente SurfaceSPREAD come evidente nell’immagine che segue! Si precisa che i modelli tridimensionali da replicare sulla superficie devono avere il giusto orientamento rispetto alle coordinate x, y e z (asse blu rivolto verso l’alto).

tutorialsurfacespread_03btutorialsurfacespread_04tutorialsurfacespread_05All’interno del menù General evidenziamo l’importanza delle seguenti voci:

tutorialsurfacespread_06Max Count: numero effettivo e complessivo dei cloni che intendiamo distribuire sulla superficie;

Editor Weight: numero complessivo di cloni che verranno visualizzati all’interno della finestra di editor. Nel nostro caso il valore è stato ridotto al 5% per non gravare sulle risorse hardware della macchina;

Create Instance: spunta attiva per ottimizzare gli elementi che abbiamo inserito;

Type–> Render Instance: miglioramento della fase di elaborazione dell’immagine a carico di VrayforC4D;

Display–> Box (Wireframe): visualizzazione dei cloni minimizzata ad un parallelepipedo wireframe. Questa scelta consente di lavorare anche con decine di migliaia di cloni in maniera fluida e dinamica.

tutorialsurfacespread_07Max Count–> 4000, Editor Weight–>100%; Display–>Standard

tutorialsurfacespread_08Max Count–> 4000, Editor Weight–>5%; Display–>Box (Wireframe).

La caratterizzazione grafica che abbiamo scelto risulterà fondamentale anche per gestire in maniera fluida ulteriori parametri. Nello specifico sono particolarmente utili la voce Rotation (Random Alignment) presente nel menù Effects ed il parametro Scale evidenziati nell’immagine a seguire.

tutorialsurfacespread_09Ulteriore miglioria da apportare alla scena consiste nella gestione e nella variazione dei parametri evidenziati nell’immagine che segue:

tutorialsurfacespread_010L’attivazione dell’opzione Minimum Distance e la scelta di un adeguato valore corrispondente (nel nostro caso abbiamo impostato 250) consente di eliminare alberature sovrapposte e/o duplicati superflui ai fini del calcolo dell’immagine fotorealistica.

Di assoluto rilevanza, l’attivazione del Camera Cone, parametro che ci consente di escludere tutto quello che non andremo ad inquadrare mediante la VrayPhysicalCamera, a vantaggio di un’elaborazione dell’immagine più rapida. Nel caso specifico oltre all’attivazione del parametro abbiamo impostato un valore di Correction Angle pari a 5°, al fine di ricomprendere quei cloni che risultano essere collocati nella “zona limite” del nostro cono visivo.

tutorialsurfacespread_011Si precisa che le selezioni  delle porzioni da “popolare” possono riguardare anche una parte specifica del terreno come nell’immagine che segue…

tutorialsurfacespread_selezione-poligoniIn caso di selezioni poligonali simili a quella effettuata è indispensabile associare la selezione stessa alla voce di SurfaceSPREAD:

tutorialsurfacespread_selezione-poligoni01Tornando al nostro caso di studio, si specifica che abbiamo ripetuto più volte lo step descritto all’interno del Tutorial SurfaceSPREAD riuscendo a caratterizzare l’ambientazione con uno sforzo minimo ed evitando innumerevoli ed improduttive operazioni di copia+incolla!

tutorialsurfacespread_012tutorial-surfacespreadUn saluto!

Alessandro Ianni – Samilostaff

Dettaglio Tutorial

Tipologia:
Arricchimento Scena

Software:
Cinena4D R17/R19

Plug-in:
SurfaceSPREAD, VrayForC4D 3.6

Livello di difficoltà:
4/5